Massimiliano Lo Biondo (#OLTRE): “Premio chi differenzia”. Questa la mia proposta sulla raccolta differenziata”.

Il progetto proposto dal movimento ha come obiettivo l’introduzione di bonus economici per cittadini e commercianti che aderiranno all’iniziativa.

Monreale, 14 febbraio 2019 – Sono in vista nuovi possibili sviluppi nella gestione della raccolta differenziata, che, seppur entrata in vigore, ha mostrato comunque alcune lacune legate all’organizzazione.

La proposta di regolamento sulla raccolta differenziata, dal titolo “Premio chi differenzia”, è stata protocollata ieri e a presentarla è stato il Movimento Civico #Oltre. Nonostante, infatti, la raccolta differenziata sia stata istituita nel ’97 col decreto Ronchi, il Comune di Monreale non ha ancora un apposito regolamento comunale, cosa che invece hanno i Comuni in cui la differenziata è qualitativamente ed economicamente migliore.

Il progetto proposto da #Oltre ha come obiettivo l’introduzione di bonus economici per cittadini e commercianti che aderiranno all’iniziativa, in modo che il costo del servizio sia legato direttamente alle cifre riportate in bolletta. Le entrate sulla Tari copriranno solo i costi di gestione, per cui all’aumentare della percentuale di differenziata diminuiranno i costi e, di conseguenza, le spese dei cittadini. Il regolamento, però, può entrare in vigore solo al raggiungimento del 70% di raccolta differenziata su tutto il territorio comunale.

Sono previsti bonus massimi di 100€ per le famiglie e 500€ per i commercianti, e questa somma potrà essere detratta dalla bolletta o spendibile presso attività commerciali convenzionate col Comune.

La proposta protocollata è composta da 11 articoli, in cui sono spiegate nello specifico le modalità di attuazione del progetto. Qualora venisse accolta e applicata, la raccolta dei rifiuti potrà avvenire presso centri raccolta individuati dal Comune e con la raccolta porta a porta, e potranno inoltre essere organizzati centri mobili in occasione di sagre e festività. Non sarà possibile conferire oggetti in plastica che non siano imballaggi, né carta oleata, carta forno o altri tipi di carta speciale. Grossa novità invece per quanto riguarda l’organico: in un primo momento potrà essere conferito solo dalle utenze commerciali, ma verranno istituite apposite compostiere in cui sarà possibile raccogliere anche piccole quantità di rifiuti di potatura e diserbo.

Per quanto riguarda i bonus, questi i numeri: 0,025€ al Kg per l’umido, 0,10€ al Kg per bottiglie di plastica, 0,05€ al Kg per imballaggi in alluminio, 0,025€ al Kg per imballaggi in vetro, 0,025€ al Kg per imballaggi in legno, 0,05€ al Kg per carta e cartone e 0,05€ al Kg per imballaggi in acciaio. Come già detto, il bonus massimo raggiungibile è di 100€ per le famiglie e 500€ per le attività commerciali.

Facilitazioni anche per quanto riguarda rifiuti speciali o pericolosi: ingombranti, elettrici ed elettronici, batterie scariche, farmaci scaduti, toner, cartucce e oli alimentari si potranno conferire presso i centri comunali, ma per questi  non sarà previsto premio in denaro.

“Il regolamento volge a favorire la raccolta differenziata e soprattutto a non fare percepire la stessa come una punizione – dice Massimiliano Lo Biondo, portavoce di #Oltre -, bensì come un vantaggio economico. Fatto straordinario per Monreale, ma del tutto normale in altri Comuni”.